Cambio provincia, graduatorie permanenti ATA: nella domanda di III fascia si dovranno dichiarare TUTTI i titoli

Aurelio – Mia moglie da diversi anni é una lavoratrice precaria del Ministero della Pubblica Istruzione, con il profilo professionale di Assistente Amministrativo. Avrebbe intenzione di cancellarsi dalla 1a fascia della provincia di residenza per iscriversi in un’altra provincia (ripartendo a quanto pare dalla 3a fascia).

La mia domanda è questa: nel momento in cui presenta istanza nella terza fascia ad una provincia diversa, deve presentare i titoli di studio e professionali e tutti gli attestati dei servizi prestati affinché l’ufficio scolastico provinciale esegui il calcolo del punteggio generale che ha attualmente?

Oppure l’Ufficio scolastico provinciale attuale comunicherà punteggio

di Giovanni Calandrino – Gentile Aurelio, purtroppo la procedura di “cambio provincia” delle graduatorie permanenti per soli titoli del personale ATA ai sensi dell’Art. 554 del D.L.vo 297/94, prevede il passaggio (“forzato” a parer mio) dalla III fascia di circolo e di istituto.

Sua moglie dovrà quindi:

  1. Depennarsi dalle Graduatorie Permanenti, con apposito modello di domanda;
  2. Inserirsi nelle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia della nuova provincia (con la DICHIARAZIONE DI TUTTI I TITOLI CULTURALI E DI SERVIZIO in suo possesso, affinché la scuola che riceve la domanda di inserimento possa convalidare il punteggio dichiarato);
  3. Reinserirsi nelle graduatorie permanenti della nuova provincia.
ads