Supplenze ATA, art. 59: non è possibile abbandonare supplenza di AA per accettare supplenza da docente

 

Fabio – Buongiorno, mi chiamo Fabio sono un collaboratore scolastico a tempo indeterminato ( di ruolo ) ho accettato una supplenza di assistente amministrativo fino al 30/06/2017 usando l’ articolo 59 . del c.c.n.l.

chiedo :

posso lasciare questa supplenza di a.a. , per accettare una supplenza da docente di musica sempre fino al 30/06/2017 . usando comunque l’articolo 59 del c.c.n.l. ?

grazie

Fabio

Chioggia – Venezia

di Giovanni Calandrino – Gentile Fabio, l’art. 59 del CCNL/2007 afferma che, Il personale ATA può accettare, nell’ambito del comparto scuola, contratti a tempo determinato di durata non inferiore ad un anno, mantenendo senza assegni, complessivamente per tre anni, la titolarità della sede. E che L’accettazione dell’incarico comporta l’applicazione della relativa disciplina prevista dal presente CCNL per il personale assunto a tempo determinato, fatti salvi i diritti sindacali.

Pertanto il personale ATA a tempo indeterminato che fa richiesta di aspettativa secondo l’art. 59, acquisisce a tutti gli effetti lo status di personale assunto a tempo determinato e come tale, in riferimento al comma 1 – art. 7 del D.M. 430 del 13.12.2000, l’abbandono del servizio comporta [omissis] la perdita della possibilità di conseguire qualsiasi tipo di supplenza, conferita sia sulla base delle graduatorie permanenti che delle graduatorie di circolo e di istituto, per l’anno scolastico in corso.

Per i motivi appena enunciati, a parere dello scrivente, quindi non è possibile lasciare la supplenza di AA (in aspettativa su art.59) per accettare altro incarico da docente. L’unica cosa da fare era accettare direttamente l’incarico da docente.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads