Cattedra di 21 ore in organico : può essere costituita solo per salvaguardare titolarità docente e l’unitarietà dell’insegnamento

Maria Grazia –  Sono docente di ruolo in un liceo da quattro anni e la mia cattedra è sempre stata di 18 ore. Una settimana fa mi è stata notificata la trasformazione della stessa da parte del SIDI in cattedra da 21 ore. Per varie ragioni non sono nelle condizioni di accettare questo aumento di ore, in più nella scuola ci sono altre 3 ore residue della mia materia. Sia il Dirigente scolastico  che i funzionari dell’USP non sono in grado di risolvere la questione, mi è stato risposto che non è possibile rifiutare queste tre ore perché sono in organico di fatto. Ho presentato reclamo sia al DS che all’USP ma non è servito a niente. E’ possibile rinunciare a queste ore o siamo costretti ad accettare passivamente incrementi orari non richiesti? In attesa, cordiali saluti.

Giovanna Onnis – Gentilissima Maria Grazia,

non sei obbligata a lavorare su una cattedra di 21 ore se questa è stata costituita dall’Ufficio scolastico senza tener conto della normativa riguardante gli organici.

In base alla nota 11729 del 29 aprile 2016 riguardante le dotazioni organiche docenti 2016/17, è possibile costituire cattedre con orario superiore alle 18 ore, che, di norma, non devono superare le 20 ore settimanali, solo allo scopo di salvaguardare la titolarità dei docenti  o per salvaguardare l’unitarietà dell’insegnamento di ciascuna disciplina.

Considerando che queste tre ore aggiuntive ti sono state attribuite in un secondo tempo, deduco che la tua cattedra di 18 ore risultava regolarmente formata in organico di diritto e le ulteriori tre ore attribuite non hanno la funzione richiesta dalla normativa per costituire cattedre con orario eccedente le 18 ore.

Essendo ore che si sono rese disponibili in organico di fatto non ti possono essere imposte dall’ufficio scolastico o dal dirigente scolastico e potranno essere unite alle ulteriori tre ore di cui parli per costituire spezzone di 6 ore da attribuire a docente interno che esprime la volontà di avere ore aggiuntive o verrà nominato per la loro copertura un supplente.

La cosa certa è che non sei obbligata a lavorare su una cattedra di 21 ore e, conseguentemente,  l’ufficio scolastico o  il dirigente scolastico (non è molto chiaro da chi hai avuto l’incarico) dovranno modificare tale assegnazione

 

ads