Attività funzionali all’insegnamento: il computo delle 40+40 ore riguarda esclusivamente le riunioni alle quali si partecipa

P.S. – Vorrei sapere se le ore di assenza giustificata alle attività collegiale (es.  assenza per malattia) rientrano comunque  nel conteggio delle 40 ore come ore effettuate.  Cordiali saluti

Giovanna Onnis – Gentilissima P.S.,

come più volte chiarito da OrizzonteScuola , le attività funzionali all’insegnamento, così come stabilite nell’art.29 del CCNL 2006-2009, comprendono le attività collegiali, di programmazione, progettazione, ricerca, valutazione, documentazione, aggiornamento e formazione, compresa la preparazione dei lavori degli organi collegiali, la partecipazione alle riunioni e l’attuazione delle delibere adottate dai predetti organi.

Come prevede il comma 3 del succitato articolo:

 “Le attività di carattere collegiale riguardanti tutti i docenti sono costituite da

a) partecipazione alle riunioni del Collegio dei docenti, ivi compresa l’attività di programmazione e verifica di inizio e fine anno e l’informazione alle famiglie sui risultati degli scrutini trimestrali, quadrimestrali e finali e sull’andamento delle attività educative nelle scuole materne e nelle istituzioni educative, fino a 40 ore annue;

b) la partecipazione alle attività collegiali dei consigli di classe, di interclasse, di intersezi one.

Gli obblighi relativi a queste attività sono programmati secondo criteri stabiliti dal collegio dei docenti; nella predetta programmazione occorrerà tener conto degli oneri di servizio degli insegnanti con un numero di classi superiore a sei in modo da prevedere un impegno fino a 40 ore annue;

c)  lo svolgimento degli scrutini e degli esami, compresa la compilazione degli atti relativi alla valutazione.

Il tetto massimo delle 40 ore riguarda quindi le attività collegiali previste nelle lettere a) e b), ma chiaramente nel conteggio devono essere considerate esclusivamente le riunioni e attività alle  quali si ha partecipato.

Non è possibile, quindi conteggiare riunioni dove si risulta assenti per qualsiasi motivo (malattia o permesso). La risposta al tuo quesito è, quindi, negativa in quanto le ore non sono state da te effettuate perché assente per malattia

 

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads