Continuità del supplente anche quando il titolare cambia tipologia di assenza

Laura – Salve, ho letto le vostre risposte ma vi chiedo un ulteriore chiarimento: sono attualmente in congedo parentale fino al 12 aprile 2017 e vorrei prolungare il periodo di assenza dalle classi fino al 30 aprile, in modo da rientrare a disposizione, intervallando il congedo con l’assenza per malattia (mia e dei bambini, capiterà sicuramente durante l’inverno). Quello che non so è quali conseguenze ha questa ipotesi sul contratto di chi mi sostituisce: non vorrei infatti far decadere ogni volta la supplenza… potete chiarirmi questo punto? Grazie per l’attenzione.

Paolo Pizzo – Gentilissima Laura,

l’art 7/4 del DM 131/07 molto chiaramente non fa nessun riferimento alla tipologia di assenza del titolare soffermandosi solo sulla condizione dalla quale non si può prescindere ovvero il non rientro del titolare in classe (cioè la continuità dell’assenza):

“…ove al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro, o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto solo da giorno festivo o da giorno libero dall’insegnamento, ovvero da entrambi, la supplenza temporanea viene prorogata nei riguardi del medesimo supplente già in servizio”.

Pertanto, ciò che conterà, sia  ai fini della continuità della supplenza che per il tuo rientro dopo il 30 aprile, è che tu non rientri mai in classe.

ads