Rientro anticipato del docente da un’aspettativa. Il supplente rimane nelle classi

Scuola – Gentile redazione, un collaboratore scolastico ha chiesto aspettativa per ricongiungimento del coniuge all’estero dal gennaio 2014 a gennaio 2018. Nel primo anno scolastico (2014/2015) questo posto è stato coperto da supplenza annuale conferita dall’Ufficio Scolastico. Gli anni seguenti il posto è stato sempre coperto dalle graduatorie di istituto con incarico annuale fino al 30 giugno. Anche quest’anno il posto è stato coperto con incarico fino al 30 giugno 2017. Pochi giorni fa la titolare ha richiesto il rientro anticipato in quanto il coniuge è stato richiamato in patria. Abbiamo sbagliato a conferire la supplenza fino al 30 giugno 2017? Come dovevamo comportarci col posto libero? Si attende una risposta.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

il posto in questione doveva continuare ad essere coperto da supplenza fino al 30/6 conferita dall’Ufficio Scolastico tramite lo scorrimento delle GAE.

Trattasi infatti di un posto disponibile entro il 31/12 e presumibilmente per tutto l’anno.

Ciò ogni anno dell’assenza della titolare in questione. Quanto detto è chiaramente indicato nell’art. 1/1 del DM 131/07. Solo se esaurite le GAE il posto sarà assegnato, senza modificarne il termine, dalle GI.

Si presume quindi che le GAE siano esaurite e quindi la competenza sia passata a voi che avete, in questo caso correttamente, assegnato il posto fino al 30/6.

Quindi se è andata così è tutto corretto. Altrimenti dovrete contattare l’ATP per rivedere il tutto.

In ogni caso per la questione del rientro anticipato della titolare questa non potrà far comunque decadere il supplente.

Ciò è stato oggetto di un Orientamento ARAN che ha chiarito:

“Si fa presente che l’art. 18 comma 2 lett c) del CCNL 04/08/1995 prevedeva espressamente la risoluzione del contratto stipulato con il supplente a seguito del “rientro anticipato del titolare”, questa norma non è stata più ripresa dai successivi CCNL per cui si deve considerare non più applicabile.”

Pertanto, la titolare rientrerà a disposizione mentre il supplente continuerà ad insegnare nelle classi come fatto finora.

ads