Il rientro del titolare l’ultimo giorno di lezione interrompe la continuità didattica. Chiarimenti per il Dirigente

Dirigente scolastico –  Il 23/12 ultimo giorno delle lezioni la docente religione cattolica rientra in classe dopo un periodo di congedo parentale che riprenderà dal 09/01 fino alla fine del mese. La supplente sarà nominata dal giorno 9 gennaio oppure dal 10 gennaio? (come da nuova normativa che prevede che il supplente deve essere nominato il giorno dopo dell’assenza del titolare).

Paolo Pizzo – Gentile dirigente,

rientrando nelle classi l’ultimo giorno di lezione, la docente interrompe di fatto la continuità didattica e pertanto dalla nuova assenza della titolare (9 gennaio) è necessario riscorrere la graduatoria dei supplenti. La supplente attualmente in servizio, infatti, non potrà vantare alcuna continuità didattica.

Il comma 333 della legge 190/2014 dispone:  Ferme restando la tutela e la garanzia dell’offerta formativa, a decorrere dal 1º settembre 2015, i dirigenti scolastici non possono conferire supplenze brevi di  cui  al  primo  periodo  del  comma 78 dell’articolo 1 della legge 23 dicembre 1996, n.  662, al personale docente per il primo giorno di assenza”.

La nomina del nuovo supplente avverrà quindi a partire dal 10 gennaio a meno che il Dirigente non ritenga più opportuno farla partire già dal 9 gennaio tutelando l’offerta formativa e garantendo quindi la presenza del supplente nelle classi fin dal primo giorno di assenza del titolare.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads