Bonus 500 euro 2015/16 e 2016/17: tanta confusione e utili chiarimenti

Loredana – Gentilissimi, sono una docente di ruolo dal 2015 che ha già usato parte del Bonus dello scorso anno (circa 300,00 Euro) già rendicontato presso la scuola di servizio provvisoria. Dal primo settembre al 30 Novembre ho utilizzato i rimanenti 200,00 Euro non spesi per l’acquisto di libri e materiale didattico di cui possiedo fatture. Avevo letto in un vostro articolo di qualche mese fa che tali spese potevano essere recuperate, relativamente all’anno scolastico 2015-2016, attraverso la consegna dei documenti di spesa alla scuola di servizio.

Registrandomi adesso per la carta docente, mi viene chiesto se ho utilizzato parte della cifra per quest’anno in corso dal primo settembre al 30 novembre.

Non so cosa rispondere perché ho il dubbio che mi venga detratta dai 500 Euro di quest’anno perdendo anche la possibilità di  recuperare i 200 non spesi dell’anno precedente. Le domande che avrei da sottoporvi sono dunque le seguenti:

1) Vi è la possibilità di recuperare le somme del 2015 non utilizzate entro il 31 Agosto 2016 ma spese dal primo Settembre al 30 Novembre? Se si, come?

2)  Ho rendicontato i 300 Euro spesi nello scorso anno di servizio presso una scuola dove non lavoro più. Se vi fosse la possibilità di rendicontare la somma spesa entro il 30 Novembre con validità per il 2015, a chi presentare la rendicontazione? Alla scuola precedente (che ha seguito la prima fase del Bonus) o a quella attuale a cui non ho mai consegnato nulla relativamente a questo argomento?

3) Infine cosa dichiarare sul sito della carta docente relativamente alle somme spese dal primo Settembre al 30 Novembre di quest’anno?

Vi ringrazio per la vostra risposta e per il prezioso servizio preciso e puntuale.

Giovanna Onnis – Gentilissima Loredana,

è necessario sicuramente fare chiarezza sull’utilizzo del bonus onde evitare errori .

Come abbiamo chiarito in diversi articoli  bisogna agire in modo differente per spesa e rendicontazione relative a somme residue del bonus 2015/16 rispetto alle spese riguardanti il bonus 2016/17.

Per quanto riguarda il bonus 2015/16, per il quale hai speso la somma residua di 200 euro nel periodo settembre-novembre 2016, dovrai rendicontarla secondo le modalità previste lo scorso anno, consegnando  le pezze giustificative attestanti le spese (fatture, ricevute o scontrini) alla scuola di servizio.

Infatti il DPCM del 28 novembre 2016 stabilisce che  le somme dell’a.s. 2015/16 non spese entro il 31 agosto 2016 “devono essere improrogabilmente utilizzate e rendicontate entro il 31 agosto 2017, nel rispetto delle modalità previste dal decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università’ e della ricerca, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, n. 642 del 9 agosto 2016. Le predette somme, non rendicontate al 31 agosto 2017, saranno recuperate a valere sull’erogazione dell’anno scolastico 2017/2018”.

Con la spesa effettuata nel periodo settembre-novembre 2016  hai, quindi,  completato l’utilizzo del bonus 2015/16 e ti rimane solo da rendicontarla alla scuola di servizio.

Per il bonus 2016/17 le modalità di utilizzo sono invece differenti. Si dispone infatti di un borsellino elettronico che potrà essere utilizzato online nella piattaforma ministeriale Carta del docente dove sarà possibile generare i buoni spesa.

Per le somme spese prima dell’attivazione della piattaforma ministeriale, cioè dal 1 settembre a 30 novembre 2016, si ha la possibilità di generare un’autodichiarazione che, consegnata alla scuola di servizio, consentirà al docente di recuperare la cifra spesa di sua tasca, cifra che sarà decurtata dal borsellino elettronico.

Nel DPCM succitato,  in merito all’argomento,  si precisa, infatti, che ” le somme relative all’anno scolastico 2016/2017 già spese dal singolo docente dal 1° settembre 2016 al 30 novembre 2016 sono registrate e comunicate al MIUR tramite l’applicazione. Le relative somme sono erogate ai diretti interessati, previa rendicontazione, dalle istituzioni scolastiche”

Potrai trovare ulteriori chiarimenti nel nostro articolo

http://www.orizzontescuola.it/bonus-500-euro-come-rendicontare-somme-spese-entro-il-30-novembre-nota-miur/

In relazione ai tre specifici quesiti da te posti posso, quindi,  fornirti le seguenti sintetiche risposte:

1) Non devi recuperare niente del bonus 2015/16 poiché hai finito di spenderlo nel periodo settembre-novembre 2016. Devi solo rendicontare alla scuola di servizio la cifra (200 euro) spesa nel corrente anno scolastico

2) Devi rendicontare alla scuola di attuale servizio

3) Non devi dichiarare niente perché del bonus 2016/17 non hai ancora speso niente. Ciò che dichiari ti verrebbe decurtato dal borsellino elettronico anche se non lo hai speso, quindi attenzione 🙂

ads