Graduatorie interne di istituto : vengono predisposte nell’organico dell’autonomia senza distinzione tra docenti di potenziamento e docenti su cattedra di diritto

Renata – Gentile redazione, avrei bisogno di un’informazione, nella mia scuola non si formerà una classe e risulterò soprannumeraria quasi sicuramente tra le colleghe di inglese. Chiedo: ci sono anche altre docenti, però di potenziamento ( sempre  di inglese), assunte quest’anno. Se una di loro ha più punti di me, mi supera e mi soffia la cattedra? O chi ha la cattedra ha la priorità sui docenti di potenziamento? Spero mi illuminiate. Grazie.

Trasferimento da sostegno a materia: in quale fase dei movimenti rientra?

Cristina – Sono titolare in un liceo del mio comune di residenza su un posto di sostegno. Vorrei passare su posto comune di inglese nella stessa scuola. La mia domanda è  la seguente: essendo già  titolare sulla scuola ( non esiste più  il DOS) in quel medesimo liceo, quest’anno  dovrei partecipare alla mobilità comunale e non provinciale? Inoltre, avendo già  la titolarità in quella scuola non dovrei avere avanti nessuno (per quella scuola intendo) neppure in fase comunale, giusto?

Graduatorie III fascia ATA: la valutazione del servizio presso Ente di Formazione Professionale

Agata – Gentilissimi vi scrivo per un chiarimento, lavoro presso un Ente di Formazione Professionale da 12 anni con contratto a tempo indeterminato e per 10 anni circa ho lavorato come Amministrativo nei corsi dell’Obbligo Formativo. Vorrei sapere come viene calcolato il punteggio per rinnovare la richiesta di Assistente Amministrativo, dato che nel precedente bando 2014, il punteggio dal sindacato calcolato nella richiesta mi è stato dimezzato in fase di valutazione. In attesa di una Vostra risposta porgo Distinti Saluti.

Pensione di vecchiaia per i prossimi anni

Docente  – sono un insegnante di scuola primaria di 65 anni, li compio il primo di novembre di quest’anno,vivo con una zia(sorella di mia madre) per la quale usufruisco del congedo straordinario di due anni per assisterla,avendo lei tutti i requisiti per beneficiarne,vorrei sapere se posso fare comunque richiesta di ape-social non essendo lei una mia parente di primo grado,in caso contrario quando posso fare domanda di pensione normalmente ,tenendo presente che questo corrente è il mio 39° anno di servizio?saluti Angelo.

Nuovo istituto dell’anticipo pensionistico (APE ed APE social)

Maria – Sono nata nel 54 ho quindi 63 anni a luglio, 33 anni contributivi. scuola primaria Ho sentito che l’ape continua fino a dicembre 2018, ora le chiedo se volessi scegliere questa uscita potrei chiedere il pensionamento nel mese di dicembre 2018 quindi uscire nell’anno 2019/20? O dovrei invece rispettare i tempi scolastici presentando la domanda entro gennaio 2018 e uscire nell’anno ‘18/19? La ringrazio

Graduatoria interna di istituto: per il corso serale appartenente ad un IIS la graduatoria sarà distinta

Giuseppe – Sono docente di ruolo su corso serale incardinato presso scuola superiore di II grado l’Istituto è un IIS con diversi indirizzi (professionale, tecnico, scientifico e corso serale). Avendo letto della graduatoria unica interna per determinare i perdenti posto vorrei sapere se varrà anche per i docenti del corso serale per i quali la scuola ha un diverso codice meccanografico (così come per l’indirizzo professionali e tecnico) o la graduatoria del corso serale resterà separata rispetto a quella unica del corso diurno. Grazie

Supplenza ATA. Chiarimenti

Scuola – Buongiorno, volevamo un chiarimento su una supplenza breve di un collaboratore scolastico. Il collaboratore titolare, ha un contratto part-time verticale di 15 ore fino al 30 di giugno 2016 e lavora il mercoledì, il giovedì e il venerdi. Si assenta fino al 21/01/2016 (sabato) per malattia, interrompe la domenica e riprende con un altra tipologia di assenza, congedo parentale da lunedì 23/01/2016 fino al 21/02/2016. Abbiamo provveduto a nominare un supplente fino al 20/01/2016 che era un venerdì (visto che la coll. titolare il sabato non presta servizio). Ha diritto il supplente nominato a continuare sul congedo, visto che ha terminato il contratto il venerdì? O dobbiamo riscorrere la graduatoria? Se ha diritto lo stesso supplente è corretto far partire il contratto da mercoledì 25/01/2016 visto che il contratto è part-time ed è il giorno in cui prenderebbe servizio al posto della titolare o dovremmo comprendere tutto il periodo, sia il sabato 21/01/2016, sia la domenica e i giorni sucessivi 23 e 24/01/2016. C’è differenza in materia di supplenze ATA per i contratti part – time e a tempo pieno?

Ricongiunzione presso la gestione in cui risulti iscritto all’atto della domanda…

Maestra  – di scuola dell’infanzia,che al 31/12/2017 raggiunge 41 anni,6 mesi,24 giorni di servizio. Avendo maturato 39 settimane di disoccupazione ( risulta sull’estratto conto INPS) più 22 settimane di altro servizio (risulta sull’estratto conto INPS) non conteggiate nel totale servizio sopra indicato, chiede gentilmente se tali periodi possono essere sommati per raggiungere i requisiti della pensione anticipata 41 anni,10 mesi e in che modo possono essere ricongiunti. In attesa di una risposta in tempi brevi, vista la scadenza delle domande di pensionamento 13/02/2017 invia distinti e cordiali saluti.

I diplomi di conservatori conseguiti secondo il vecchio ordinamento non sono riscattabili

Docente –  sono una insegnante di musica e vorrei riscattare gli anni di conservatorio .Ho chiesto all’INPDAP ma non mi hanno fornito notizie sicure .Confido in una vostra consulenza poiché’ ,con un’eventuale riscatto ,potrei andare in pensione.Sicura di quanto sopra,anticipatamente ringrazia.Distinti saluti.

Possibilità di cumulare i periodi assicurativi con contribuzione in più gestioni previdenziali per conseguire il diritto ad un’unica pensione

Sergio – La mia domanda è la seguente: a febbraio 2017 ho 67 anni e ho una contribuzione come autonomo(inps) di 30 anni sto lavorando ancora nelle scuole come bidello avendo a tutt’oggi 11 anni di contribuzione inpdap. Sono nato il 16/02/1950 e il C.F. è:PNTSRG50B16D951Q,Il mio ultimo stipendio è €1.140,35.. Vorrei utilizzare il cumulo gratuito per andare in pensione,visto che la ricongiunzione onerosa, da inpap a inps, mi costerebbe € 70.000,00. Vorrei sapere se è gia uscito come decreto legge l’utilizzo del cumulo gratuito e come DOVREI FARE.. Grazie

Decorrenza pensione 1/9/17 con requisiti maturati per la pensione anticipata (41 anni e 10 mesi) entro il 31/12/2017.

SCUOLA –  Si chiede con cortese sollecitudine una risposta al seguente quesito. Una docente nata il 12/10/1953 ha inoltrato domanda di pensione anticipata . Al 31/08/2017 avrà un’anzianità contributiva pari a 41 anni e 6 mesi.La stessa ribadisce come confermato dal suo sindacato che potrà andare in pensione il 1 Settembre 2017 ai sensi dell’art. 59 della Legge 27 dicembre 1997 n. 449. Secondo noi no, non potendosi operare arrotandamenti di sorta dato che mancano ancora quattro mesi  così come previsto dalla legge Fornero 41 anni e 10 mesi effettivi. Si ringrazia anticipatamente.

Tipologie di istanze – da presentare tramite il patronato, se non direttamente con l’utilizzo del PIN dispositivo INPS

Tatiana  – Gentilissima, sono una docente di sostegno di seconda fascia e gradirei avere da voi informazioni relative al “processo” pensione : -ho oltre venti anni di versamenti INPS come titolare di azienda -ho oltre 66 anni -insegno dal 2009 per supplenze o ultimamente per  anno intero. Nessuno riesce a darmi notizie circa l’iter da percorrere relativamente alla richiesta di pensione. Per i versamenti ex INPDAP come devo procedere per farli confluire nell’INPS? A chi mi devo rivolgere? Mi è stato detto da un padronato di richiedere i Certificati di Servizio. E’ corretto? Grazie dell’aiuto.

L’istruttoria tutta, relativa al decreto di ricostruzione di carriera, resta in seno alla scuola di titolarità

Scuola – Buongiorno, sono un’ assistente amministrativa che deve emettere una ricostruzione di carriera per una docente entrata in ruolo con chiamata diretta del Dirigente Scolastico, assegnata nell’Ambito Territoriale dell’Emilia- Romagna e poi nella nostra scuola dal 01.09.2016 ( quindi titolare nel nostro istituto fino al 31.08.2019) ; a metà settembre ha ottenuto l’assegnazione provvisoria in una scuola in provincia di Pesaro. Quando provo ad emettere il decreto il sistema mi dice “ il personale trovato non è di competenza della scuola”. Chi deve emettere tale decreto? Grazie mille per la collaborazione.

ATA: gli effetti in caso di abbandono supplenza al 30.06, da graduatorie permanente

Annalisa – Salve, vi scrivo perchè avrei bisogno del vostro prezioso e chiarificante parere in merito ad una questione: ho firmato un contratto fino al 30 06 17 con nomina CSA dalla prima fascia in qualità di assistente amministrativo, ma essendo inserita anche nelle graduatorie d’istituto, terza fascia docenti, sto ricevendo molte convocazioni, posso accettare soltanto le supplenze fino al termine dell’attività didattica e fino al 30/06 in qualità di docente? Quali sono le penalizzazioni a cui vado incontro?

Graduatorie III FASCIA ATA: Il diploma di abilitazione alla libera professione di Geometra NON è valutabile

Giuseppe – il diploma di abilitazione di geometra, è quello che viene rilasciato dopo 2 anni di praticantato presso uno studio tecnico di ingegnere, geometra o architetto e superamento degli esami di Abilitazione che comporta il poter esercitare la libera professione di Geometra. Quindi io ho chiesto il DIPLOMA DI ABILITAZIONE DI GEOMETRA comporta punteggio???

Docenti in esubero ambiti nazionali. Come funzionerà il sistema?

Carmen –    Salve,  sono una docente di Economia aziendale ex classe A017 immessa da GM concorso 2012 nella fase C del piano straordinario di immissione in ruolo  nell’anno scolastico 2015/2016. In seguito alla mobilità straordinaria sono rimasta senza ambito poiché in esubero sia come classe di concorso che come docente nella provincia di immissione. Il nuovo contratto di mobilità prevede per coloro rimasti senza ambito a livello nazionale di essere assegnati ad una nuova sede secondo il criterio di vicinorietà. La mia domanda è questa, poiché la provincia di immissione già dista 300 km da quella di residenza e si trova fuori dalla mia regione e poiché il nuovo contratto non fa nessun riferimento agli esuberi provinciali, la mobilità “forzata” negli ambiti nazionali riguarderà anche questo caso oppure, malgrado la distanza dell’attuale sede assegnatami, rimarrò nell’attuale provincia ? Ringraziando per l’attenzione,  l’occasione è gradita per salutare.