Mobilità professionale 2017/18: potrà essere con titolarità su scuola?

Ciro –  Si potrà chiedere il passaggio di cattedra con titolarità su scuola e indicare le scuole? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissimo Ciro,

nell’intesa firmata da sindacati e MIUR, tra le novità che dovranno essere confermate e meglio esplicitate nel CCNI, una riguarda proprio la possibile titolarità su scuola in seguito al movimento ottenuto.

La mobilità, sia territoriale che professionale, per il prossimo anno scolastico, infatti, in base all’accordo citato che non differenzia le due tipologie di mobilità,  potrà realizzarsi sia con titolarità su scuola che con titolarità su ambito, quindi la risposta al tuo quesito è affermativa.

Tra i punti dell’intesa, infatti, si prevede la possibilità di esprimere fino a 15 preferenze, di cui fino a 5 scuole sia di ambiti diversi che del proprio ambito, sia per la mobilità intra-provinciale sia per quella inter-provinciale e sarà possibile anche esprimere codici sintetici delle province.

Per quanto riguarda il passaggio di cattedra che è il movimento che ti interessa, si tratta di mobilità  professionale  per la quale l’accordo firmato stabilisce una precisa percentuale di posti così come indicato esplicitamente alla lettera b):

la percentuale del 30% dei posti vacanti e disponibili al termine della mobilità intra-provinciale, è riservata alla mobilità territoriale, il 10% alla mobilità professionale

ads