Trasferimento da sostegno a posto comune: nessuna precedenza (fino al corrente anno scolastico) per la scuola di titolarità

Manuela – Sono un’insegnante di scuola primaria passata di ruolo sul sostegno nell’anno 2012-2013, nel corrente anno scolastico concluderei i 5 anni obbligatori su tale posto prima di poter chiedere passaggio su posto comune. In base alle nuove notizie lette nei giorni precedenti non mi è chiaro ciò che succederà a chi come me rientra in questa categoria. Specifico inoltre che io vorrei passare su posto comune nello stesso istituto comprensivo in cui ho la titolarità. Grazie mille per l’attenzione e la vostra disponibilità.

Giovanna Onnis – Gentilissima Manuela,

l’accordo sulla mobilità firmato in data 29 dicembre, al quale seguirà la vera e propria contrattazione per la predisposizione del CCNI 2017/18, non prevede nessuna novità per i docenti che si trovano nella tua situazione.

Il movimento che vuoi chiedere, infatti, riguardando sempre lo stesso ordine scolastico di titolarità, è un normale trasferimento da sostegno a posto comune.

Le regole precise devono ancora essere stabilite, ma l’intesa firmata ha anticipato alcune importanti novità tra le quali la possibilità di esprimere preferenze anche su scuola oltre che su ambito territoriale (5 preferenze su scuola e 10 su ambito per un totale di 15 preferenze, per i dettagli ti invito a leggere il nostro articolo).

La richiesta di trasferimento da sostegno a posto comune nella stessa scuola di titolarità non ha mai rappresentato, però,  una precedenza nei movimenti e se il CCNI non stabilirà modifiche in tal senso potrai partecipare al la mobilità in base al punteggio, ma senza priorità per la scuola nella quale sei attualmente titolare

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads