Vincolo quinquennale sostegno e anni in utilizzazione

Adriana – Salve, il quesito che pongo riguarda il vincolo quinquennale per il trasferimento da sostegno a posto comune. Nell’anno scolastico in corso, 2016-2017, ho ottenuto il trasferimento interprovinciale da posto comune al sostegno nella scuola secondaria di secondo grado. Nei precedenti 4 anni scolastici ho sempre avuto l’utilizzazione nel sostegno nella secondaria di secondo grado, grazie alla mobilità annuale. Posso fare domanda di trasferimento provinciale da sostegno a posto comune già nell’anno scolastico 2017-2018? Ci sono riferimenti normativi specifici per casi come questo?  Grazie

Paolo Pizzo – Gentilissima Adriana,

l’art 24 dell’attuale CCNI prevede che Il trasferimento ai posti di tipo speciale, ad indirizzo didattico differenziato e di sostegno comporta la permanenza per almeno un quinquennio a far data dalla decorrenza del trasferimento su tali tipologie di posti. Tale obbligo non si applica nei confronti dei docenti trasferiti a domanda condizionata in quanto soprannumerari da posto comune o cattedra a posto di sostegno o DOS nella scuola secondaria di secondo grado.

Giova ricordare che l’utilizzazione e l’assegnazione provvisoria sono modalità di impiego “temporanee” che non modificano la “titolarità” del docente (anche in riferimento al punteggio dell’anno di servizio).

Pertanto, nel tuo caso, ai fini del quinquennio vale la titolarità ottenuta con il trasferimento ovvero da posto comune a posto di sostegno. Inoltre, quando dovrai calcolarti il punteggio di servizio non potrai raddoppiare gli anni di sostegno (come avviene per chi è titolare sui tali posti) prestati in utilizzazione o in assegnazione provvisoria .

ads