Trasferimento da posto comune a sostegno : è sempre possibile senza vincoli temporali

Camilla – Sono una delle fortunate insegnanti entrate in ruolo con il concorso 2012. Ho lavorato nelle scuole del infanzia statali dal conseguimento della laurea nel 2011, sempre come insegnante di sostegno (sono specializzata),finché, una volta vinto il concorso ho pensato che fosse l occasione per tentare di lavorare sulla sezione senza dover aspettare i famosi cinque anni… Adesso vorrei tornare indietro, vorrei tornare a lavorare come insegnante di sostegno. So di essere un caso raro e proprio per questo chiedo aiuto a voi. In questo caos di continui cambiamenti, un passaggio di “ruolo alla rovescia”sarebbe possibile? E nel caso potrei anche in contemporanea chiedere un trasferimento rimanendo comunque nel mio comune o in ambiti limitrofi? Vi ringrazio.

Giovanna Onnis – Gentilissima Camilla,

sicuramente potrai chiedere per il prossimo anno il movimento che ti interessa e che tu definisci passaggio di “ruolo alla rovescia”.

Mi sembra utile chiarire, però,  che non si tratta di un passaggio di ruolo, ma riguardando lo stesso ordine di istruzione , cioè la scuola dell’infanzia, è un normalissimo trasferimento.

Così come è possibile chiedere trasferimento da sostegno a posto comune dopo aver superato il vincolo quinquennale, nello stesso modo è possibile chiedere il movimento inverso da posto comune a sostegno e in questo caso non ci sono vincoli da rispettare.

Sei libera di chiedere, quindi, trasferimento o per sostegno o sempre per posto comune o ambedue. Ti ricordo che se ottieni il trasferimento sul sostegno sarai vincolata per un quinquennio a permanere in questa tipologia di posto.

In base all’accordo firmato il 29 dicembre avrai la possibilità di esprimere un totale di 15 preferenze territoriali delle quali fino a 5 scuole dello stesso ambito o di ambiti diversi e fino a 10 ambiti

 

ads