Trasferimento nell’organico dell’autonomia: nessuna possibilità di chiedere solo cattedre di potenziamento

Valentina – Sono docente di ruolo da molti anni presso una Scuola secondaria di primo grado, titolare di cattedra (A043) e vorrei transitare nell’organico potenziato della mia stessa scuola o  eventualmente anche di un’altra. E’ possibile? Come devo fare in un caso (rimanere nella scuola di attuale titolarità) e nell’altro (sceglierne un’altra)? Devo presentare domanda di trasferimento? A quale fase di trasferimento dovrei partecipare? Ringrazio per la vostra risposta  e porgo distinti saluti.

Giovanna Onnis – Gentilissima Valentina,

la tua titolarità nella scuola è sull’organico dell’autonomia, comprensivo delle cattedre nell’organico di diritto e dei posti sul potenziamento.

L’attribuzione delle cattedre è competenza del dirigente scolastico della scuola che assegna le classi ai docenti e quindi cattedre e posti dell’organico di diritto o dell’organico di potenziamento.

Mi pare di capire che a te sia stata assegnata una cattedra in OD e vorresti, invece, lavorare sul potenziamento. Per ottenere questo nella tua scuola di titolarità dovresti parlare con il dirigente scolastico e far presente la tua richiesta che, se riterrà opportuno,  potrà soddisfare per il prossimo anno scolastico e non  cambierebbe niente nella tua titolarità che rimarrebbe nell’organico dell’autonomia della scuola.

Diverso è se decidi di cambiare scuola con domanda di trasferimento. Con la mobilità, infatti, non potrai chiedere  di essere trasferito nell’organico di potenziamento di una scuola in quanto il trasferimento viene disposto sempre, come già detto, nell’organico dell’autonomia e su questo sarai assegnato, con la possibilità di lavorare su una delle cattedre vacanti e disponibili, sulla quale sarà stato disposto il tuo trasferimento, cattedra  che potrebbe essere sia di diritto che di potenziamento, ma non sarai tu scegliere.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads