Immissioni in ruolo: chi garantisce che il posto per il quale ho vinto il concorso ci sarà?

Mariarosaria – Mio figlio ha partecipato al concorso del 2016 indetto per 29 posti nella classe A040 ed è risultato 2^.  Come mai quando vengono pubblicati i risultati del concorso, in Campania vengono solo indicati i vincitori e non i posti messi a concorso. E’ normale indire un concorso per 29 posti e poi farli sparire? In attesa di risposta, ringrazio anticipatamente.

risposta – gent.ma Mariarosaria, la modalità con cui viene pubblicata la graduatoria è corretta. I posti a concorso infatti sono inseriti nel bando di concorso e nel DDG di indizione del concorso non c’è alcuna indicazione che obblighi a riportare tale indicazione nella graduatoria di merito.

Sui “posti spariti” le risposte sono varie. Secondo il Ministero Giannini non si può infatti parlare di posti spariti, in quanto quella previsione contenuta nel bando è triennale, per l’intera durata della graduatoria di merito. E l’impegno dell’ex Ministro era quello di assumere tutti i vincitori del concorso entro quella data, e così aveva assicurato anche il suo staff

Concorso docenti: tutti i vincitori saranno assunti nel triennio. Campione: lo dice la legge 107

Come sappiamo, al Miur adesso c’è un altro Ministro. La Fedeli non ha ancora espressamente detto nulla circa il concorso a cattedra 2016, ma nell’intesa siglata il 30 dicembre 2016 con i sindacati ha assicurato che nell’a.s. 2017/18 il 60% dei posti disponibili sarà destinato alle immissioni in ruolo. Dunque un’azione concreta, alla quale però dovranno seguire altri passi, e cioè la corrispondenza tra questi posti a ruolo e quelli “promessi” nel bando. Vedremo nei prossimi mesi le modalità attraverso le quali saranno costituiti gli organici.

ads