Mobilità, per passaggio di cattedra quota molto bassa

Rosi – sono una docente che vorrebbe fare il passaggio di cattedre. Ma non posso credere al fatto, che é stata riservata solo una minimissima parte a questa operazione. Mi sembra assurdo! Non é possibile una cosa del genere. Spero che rivedranno questa quota. Che cosa si potrà fare? Grazie per il vostro aiuto. Cordiali saluti

risposta – gent.ma Rosi, nell’accordo siglato il 30 dicembre tra Miur e sindacati è stato stabilito che per l’a.s. 2017/18 i posti vacanti disponibili saranno così suddivisi

  • 30% alla mobilità dei docenti di ruolo
  • 60% alle immissioni in ruolo dei docenti precari
  • 10% alla mobilità professionale (passaggio di cattedra e/o di ruolo).

Non esprimiamo considerazioni sull’accordo che inevitabilmente lascia scontenti tutti gli interessati: chi spera in un trasferimento interprovinciale teme che con il 30% sarà difficile ottenere quanto richiesto, chi deve essere immesso in ruolo si trova a dover fare i con i posti spariti lo scorso anno scolastico, e anche chi spera nel passaggio di cattedra vorrebbe ottenere quanto prima il risultato. Come vedi, sicuramente ognuna delle parti in causa trova motivazioni a sostegno della propria tesi (su OrizzonteScuola abbiamo pubblicato numerosi comunicati in merito).

C’è da dire che l’intesa vale solo per l’a.s. 2017/18, e probabilmente le aliquote potranno essere riviste, cioè recuperate nei prossimi contratti.

Mobilità professionale, diminuita percentuale di cattedre per passaggi. Bisognerà rifare anno di prova e formazione

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads