Bonus 500 euro: la stampante non rientra negli acquisti previsti dal ministero

C.D. – Gentilissimi, vi scrivo per avere una maggior delucidazione sull’acquisto di hardware di cui parlano le disposizioni relative alla carta docenti. La stampante è hardware e secondo il mio modesto parere dovrebbe essere acquistata. Io la utilizzo costantemente per stampare lezioni, verifiche etc.. Mi confermate che il mio acquisto è regolare? Grazie


Giovanna Onnis – Gentilissima C.D.,

purtroppo il tuo parere, anche se potrebbe essere corretto, non è in sintonia con le disposizioni ministeriali relative all’utilizzo del bonus di 500 euro.

Le Faq pubblicate lo scorso anno dal MIUR e valide anche per il corrente anno scolastico, forniscono una precisa risposta al tuo quesito.

Nella Faq 2 infatti viene chiarito quanto segue:

La Carta del Docente consente “l’acquisto di hardware”: vi rientrano anche smartphone, tablet, stampanti, toner, cartucce e pennette USB?

La Carta del Docente permette “di sostenere la formazione continua dei docenti e di valorizzarne le competenze professionali” (art. 1, comma 121, legge 107/2015). Di conseguenza, personal computer, computer portatili o notebook, computer palmari, tablet rientrano nella categoria degli strumenti informatici che sostengono la formazione continua dei docenti. Altri dispositivi elettronici che hanno come principale finalità le comunicazioni elettroniche, come ad esempio gli smartphone, non sono da considerarsi prevalentemente funzionali ai fini promossi dalla Carta del Docente, come non vi rientrano le componenti parziali dei dispositivi elettronici, come toner cartucce, stampanti, pennette USB e videocamere

ads