Mobilità docenti 2017, sarà titolare su ambito territoriale chi lo sceglierà nella domanda

Antonella – Sono un’insegnante di lettere in ruolo dal 2012, vorrei sapere se facendo domanda di trasferimento quest’anno, posso chiederlo su scuola o finisco nell’ambito. Inoltre, se non trovassi posto in quella scuola, rimarrei titolare dove sono attualmente? Grazie!

risposta – gent.ma Antonella, la risposta al tuo quesito dipenderà da come compilerai la domanda. Fermo restando che tutte le indicazioni saranno contenute nel contratto che Miur e sindacati si apprestano a firmare la prossima settimana e che poi sarà inviato alla Funzione Pubblica per il necessario vaglio, i punti fermi che conosciamo fino a questo momento sono:

sarà possibile esprimere fino ad un massimo di 15 preferenze (sia provinciali che interprovinciali). La mobilità potrà essere effettuata da scuola a scuola, da ambito a scuola e viceversa. Nel limite delle 15 opzioni possono essere richieste anche più province, l’unico limite è relativo alla scelta delle scuole che non possono essere più di 5. Nel caso di mobilità su scuola si acquisirà la titolarità di scuola, nel caso di scelta di ambito o di codice sintetico di provincia si acquisirà la titolarità di ambito. Una delle novità proposte dall’amministrazione riguarda le scuole secondarie di I e II grado con sezioni che ricadono in comuni diversi che avranno un organico unico. [vedi Mobilità 2017, sintesi novità: preferenze e titolarità, tabella titoli, perdenti posto e precedenze ]

questo significa che – poniamo che tu sia interessata esclusivamente alla mobilità provinciale ma con la certezza di avere la titolarità su scuola – che nella domanda inserirai solo scuole, in questo caso nel limite di 5. Così saprai che la tua domanda sarà presa in considerazione solo per il trasferimento verso quelle 5 scuole (il massimo di scuole esprimibili, ne puoi mettere anche di meno se vuoi ad es. limitare la scelta ad un singolo comune). In questo caso non ci sarà alcuna possibilità di poter essere trasferita su ambito territoriale, avrà la titolarità d’ambito chi lo sceglierà per allargare il ventaglio di possibilità di poter ottenere il trasferimento, ma deve averlo indicato nella domanda.

Se la tua domanda non dovesse essere soddisfatta la tua condizione non cambierà, continuerai a mantenere la titolarità dove ce l’hai.

Non hai specificato in quale ordine di scuola insegni, ma se sei nella secondari particolare attenzione merita anche la novità dell’organico unico per gli istituti di istruzione superiore

Mobilità. Contrattazione di istituto per assegnare i docenti alle sedi, anche in comuni diversi e distanti. Graduatoria unica per i perdenti posto

ads