Pensionamento di vecchiaia nel 2021

Docente  – Salve, ho scritto altre volte ma senza ricevere attenzione su quesiti non trovati nel forum e nel sito di Os. Mi auguro di essere più fortunato per questa mia richiesta di informazione: sono nato il 08/06/1954, docente di scuola secondaria di primo grado con la seguente posizione: dal 10/01/1979 al 10/04/1980__ prima nomina Ufficiale di complemento Aeronautica Militare; dal 11/04/1980 ad oggi in servizio nell’attuale ruolo con nomina di insegnante A033 dal 01/09/1979 (vincitore concorso D.M.5/5/1973); quando potrò lasciare il servizio? I compensi aggiuntivi annuali percepiti per aver ricoperto, per molti anni, il ruolo di vicario hanno qualche ricaduta sulla pensione che percepirò? Grazie Cordiali saluti.

FP – Gentile Docente,

in riferimento alla sua richiesta, le segnalo che soddisfa i requisiti per il pensionamento di vecchiaia nel 2021.

Per opportuna conoscenza di seguito le indico i requisiti per la pensione di vecchia – tenuto conto dell’età anagrafica:

2016/2018 – 66 anni e 7 mesi;

2019/2020 – 66 anni e 11 mesi;

2021/2022 – 67 anni e 2 mesi.

In merito ai suddetti requisiti, ci tengo a precisare che attualmente, i dati dal 2019 sono previsionali e pertanto potrebbero subire delle variazioni.

In merito all’incidenza dei compensi accessori sulla misura della pensione – senza entrare troppo nel “tecnicismo” della materia,  si segnala quanto segue:

dal 1/1/1996 sono considerati anche gli elementi “accessori” corrisposti ai dipendenti dello Stato (comparto scuola), solo per la parte  eccedente il 18%,  così come previsto dall’art. 15 della L. 177/1976  e art. 2 commi 9/10/11 della L. 335/1995.

ads