Punteggio ricongiungimento coniuge: spetta per comune residenza coniuge (o comune viciniore) e non per comune di servizio se differente

Liliana – Lo scorso anno ho chiesto ed ottenuto il trasferimento nella regione X. Tuttavia la residenza è in un comune diverso dove attualmente sono in assegnazione provvisoria. L’intenzione è di trasferirmi con tutta la famiglia dove ho avuto il trasferimento. Mio marito parteciperà alla nuova mobilità, potrà usufruire dei 6 punti per il comune dove io presto servizio o potrà usufruirne solo dove ho la residenza? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Liliana,

il punteggio per ricongiungimento al coniuge spetta nel comune di residenza del coniuge o nel comune viciniore se in quello di residenza non vi sono scuole richiedibili.

Quindi non spettano i 6 punti di ricongiungimento per le scuole ubicate nel comune di servizio del coniuge se questo non coincide con il comune di residenza o viciniore

Nella domanda di mobilità per il prossimo anno scolastico non sarà possibile esprimere tra le preferenze il codice del comune, ma solo scuole e ambiti, quindi i 6 punti di ricongiungimento spetteranno per le scuole del comune o per l’ambito comprendente  il comune.

Come chiarisce il nostro articolo, ti ricordo che “Il punteggio spetta per il comune di residenza dei familiari a condizione che essi, alla data di pubblicazione dell’ordinanza, vi risiedano effettivamente con iscrizione anagrafica da almeno tre mesi. La residenza del familiare a cui si chiede il ricongiungimento deve essere documentata con dichiarazione personale redatta ai sensi delle disposizioni contenute nel D.P.R. 28.12.2000, n. 445 e successive modifiche ed integrazioni nei quali dovrà essere indicata la decorrenza dell’iscrizione stessa; dall’iscrizione anagrafica si prescinde quando si tratti di ricongiungimento al familiare trasferito per servizio nei tre mesi antecedenti alla data di pubblicazione dell’ordinanza”

ads ads