Docente con 104 per assistenza figlio disabile: può rifiutare la nomina come commissario interno all’esame di Stato

G.M. – Sono madre di un bambino di 12 anni a cui è stato riconosciuto per una malattia cronica la legge 104, 3 comma 3 per cui ho chiesto l’assistenza. Posso riferirmi a questa situazione per non dover partecipare all’esame di stato come commissario interno? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima G.M.,

la risposta al tuo quesito è affermativa.

In base alle disposizioni ministeriali concernenti la designazione dei commissari interni all’esame di Stato, la Circolare n. 2  del 23 febbraio 2016 (parte 1.b lettera g) avente come oggetto “Esami di Stato conclusivi dei corsi di studio d’istruzione secondaria di secondo grado – Formazione delle commissioni di esame” stabilisce quanto segue:

I docenti designati commissari, che usufruiscono delle agevolazioni di cui all’art. 33 della L. n. 104 del 5.2.1992, hanno facoltà di non accettare la designazione. Nell’ipotesi che venga esercitata tale facoltà da parte di docenti titolari di materie oggetto della prima o della seconda prova scritta, il Dirigente scolastico dovrà designare docenti di uguale insegnamento tra docenti appartenenti allo stesso istituto.

Puoi, quindi, rifiutarti di partecipare all’esame di Stato come commissario interno  se hai la necessità di assistere tuo figlio disabile con 104 e gli impegni relativi all’esame te lo impedirebbero. La normativa te lo consente.

ads ads