Docenti in esubero ambiti nazionali. Come funzionerà il sistema?

Carmen –    Salve,  sono una docente di Economia aziendale ex classe A017 immessa da GM concorso 2012 nella fase C del piano straordinario di immissione in ruolo  nell’anno scolastico 2015/2016. In seguito alla mobilità straordinaria sono rimasta senza ambito poiché in esubero sia come classe di concorso che come docente nella provincia di immissione. Il nuovo contratto di mobilità prevede per coloro rimasti senza ambito a livello nazionale di essere assegnati ad una nuova sede secondo il criterio di vicinorietà. La mia domanda è questa, poiché la provincia di immissione già dista 300 km da quella di residenza e si trova fuori dalla mia regione e poiché il nuovo contratto non fa nessun riferimento agli esuberi provinciali, la mobilità “forzata” negli ambiti nazionali riguarderà anche questo caso oppure, malgrado la distanza dell’attuale sede assegnatami, rimarrò nell’attuale provincia ? Ringraziando per l’attenzione,  l’occasione è gradita per salutare.

Paolo Pizzo – Gentilissima Carmen,

bisogna fare una distinzione tra gli esuberi provinciali e quelli nazionali.

I primi, infatti, sono docenti che a diverso titolo (anche per errori commessi lo scorso anno dgli ATP….è rimasto in esubero qualche ex DOP o addirittura ex DOS….) sono docenti senza sede ma comunque titolari in provincia.

A questi docenti verrà assegnato prima delle operazioni di mobilità un codice ambito dal quale poi si muoveranno, prima a domanda e poi d’ufficio, per avere una sede (ma sempre in provincia).

Se rientri fra questi il sistema non ti potrà comunque assegnare d’ufficio fuori provincia.

I secondi, invece, sono i docenti che nella fase C della scorsa mobilità non hanno trovato nessuna provincia di titolarità e quindi sono rimasti nella provincia di immissione in ruolo.

Se rientri in quest’ultima categoria:

  1. sarai costretta a produrre domanda di mobilità e indicare le 15 preferenze. Se tra queste 15 preferenze non troverai nessuna collocazione, il sistema ti trasferirà d’ufficio partendo dalla prima preferenza da te indicata e scorrerà tutti gli ambiti d’Italia in ordine di vicinorietà.
  2. Se invece deciderai di non presentare domanda il sistema ti farà comunque partecipare ai movimenti, questa volta però a punteggio 0, e scorrerà anche in questo caso tutti gli ambiti d’Italia in ordine di vicinorietà tenendo presente la provincia di assunzione in ruolo (quella attuale).

In entrambi i casi, se non otterrai nessuna provincia rimarrai ancora in quella di assunzione.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads