Passaggio di ruolo o AP nel II grado per docente titolare nel I grado: quali sono le differenze?

Alberto – Sono titolare in una scuola secondaria di primo grado (classe di concorso A043) ma, per quest’anno scolastico 2016/2017, ho ottenuto l’assegnazione provvisoria alla secondaria di secondo grado (nella stessa provincia, abilitato nella A050 grazie al concorso del 2000) in un comune più vicino a quello in cui risiedo con la mia famiglia.


Questi i miei dubbi: senza fare alcuna domanda, dovrò tornare alla mia sede di titolarità?
Altrimenti, come posso chiedere la conferma nell’attuale scuola in cui sono stato provvisoriamente assegnato?
Eventualmente, posso chiedere un nuovo anno di assegnazione provvisoria in altra scuola (sempre di secondo grado), o devo fare domanda di trasferimento?
Grazie mille per le risposte

Giovanna Onnis – Gentilissimo Alberto,

l’assegnazione provvisoria è un movimento annuale che non determina modifiche nella titolarità del docente.

L’assegnazione ottenuta per il corrente anno scolastico varrà, quindi, solo per il 2016/17 e si concluderà il 31 agosto.

Per il prossimo anno scolastico 2017/18, in assenza di movimenti che potresti chiedere senza, però, avere la garanzia di ottenerli, dovrai  “rientrare” nella scuola di titolarità.

Se le condizioni necessarie per chiedere AP e i requisiti richiesti rimarranno invariati rispetto a quelli validi per il corrente anno scolastico, e tu ne sarai sempre in possesso, potrai chiedere ancora per il prossimo anno assegnazione provvisoria nella scuola di servizio del corrente anno scolastico, ma non avrai diritto di precedenza per essere riconfermato  e parteciperai al movimento in base al punteggio, concorrendo alla pari con i docenti nelle tue stesse condizioni che ne faranno richiesta.

La domanda di AP dovrai presentarla prioritariamente per il I grado, dove sei titolare e in seconda istanza per il II grado, anche per scuole diverse da quella di attuale servizio.

Per passare definitivamente nel II grado dovrai presentare domanda di passaggio di ruolo, che contrariamente a quanto si verifica con l’AP, determina una modifica della tua titolarità.

Ti ricordo che la mobilità annuale è successiva e per ora è in fase di definizione il CCNI per la mobilità territoriale e professionale 2017/18. Presumibilmente lunedì 30 gennaio si potrebbe arrivare alla firma del contratto e, se sei interessato a presentare domanda di passaggio di ruolo ti consiglio di seguire i nostri articoli e le nostre guide, OrizzonteScuola ti informerà tempestivamente su compilazione e presentazione della domanda con relativa tempistica

 

Posted on by nella categoria Mobilità, Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads