Precedenza nei trasferimenti: la domanda si valuta prioritariamente a prescindere dal punteggio del docente

G.B. –  Gent.ma Redazione, in relazione alla prossima mobilità, non mi è chiaro se le domande verranno esaminate a partire dai punteggi più alti e la precedenza per familiare prevale in caso di  parità di punteggio,  oppure se (anche con un punteggio molto basso) prevale la precedenza su tutto. Vi ringrazio anticipatamente

Giovanna Onnis – Gentilissima G.B.,

le precedenze valide per la mobilità sono indicate nell’art.13 dell’ipotesi di CCNI 2017/18 e vengono valutate nell’ordine in cui sono inserite relativamente alla mobilità territoriale, fatta eccezione per il solo punto I) (Disabilità e gravi motivi di salute) che vale anche per la mobilità professionale.

La precedenza prescinde dal punteggio del docente, per cui verrà trattata con priorità la domanda di trasferimento del docente titolare di precedenza.  In presenza di più docenti con la stessa precedenza, prevale il punteggio e in caso di parità di precedenza e di punteggio, prevale chi ha maggiore anzianità anagrafica

ads