Cattedre di potenziamento e assegnazione ai docenti: chiarimenti

Valentina – Sono docente a tempo indeterminato presso una Scuola secondaria di primo grado, titolare di cattedra  e l’anno prossimo mi piacerebbe lavorare sull’organico di potenziamento. So che questa mia istanza va indirizzata al DS al quale spetta assegnare i docenti all’ organico di diritto o di potenziamento, ma nella mia scuola già dall’as 2015/16 è stato assegnato, come richiesto, un docente di potenziamento che non insegna la  mia stesa materia. Quindi come potrebbe un DS destinarmi al potenziamento?  Non c’è quindi la possibilità che la mia richiesta venga accolta? Ringrazio per la vostra risposta e porgo distinti saluti.

Giovanna Onnis – Gentilissima Valentina,

come oramai tutti sappiamo e come stabilisce la legge 107 l’organico delle diverse istituzioni scolastiche si chiama organico dell’autonomia che comprende sia le cattedre dell’organico di diritto che quelle relative al potenziamento.

I posti di potenziamento vengono richiesti dalle singole scuole  per le discipline ritenute necessarie per l’offerta formativa che la scuola vuole garantire così come stabilito nel PTOF.

L’attribuzione del potenziamento per le diverse classi di concorso è competenza degli uffici scolastici che non sempre accolgono tutte le richieste formulate dalle scuole.

Non esiste, in ogni caso, un potenziamento “generico”, ma ogni cattedra di potenziamento assegnata a ciascuna scuola è specifica per tipologia posto o classe di concorso e la relativa assegnazione del docente da parte del DS è ovviamente condizionata dalla classe di concorso  di appartenenza.

Dici che il collega assegnato quest’anno al potenziamento non insegna la tua stessa materia e questo mi fa pensare che forse la cattedra di potenziamento di cui parli non riguarda la tua disciplina.

Potrai, quindi, chiedere al DS un eventuale assegnazione sul potenziamento se esiste nella tua scuola una cattedra di potenziamento per la tua classe di concorso, altrimenti questo non sarà possibile.