Graduatoria interna di istituto: nessuna distinzione tra docenti in servizio su cattedra dell’organico di diritto o sul potenziamento

Anna – Se in un istituto comprensivo verrà soppresso il posto di potenziamento per l’anno prossimo, chi sarà perdente posto? Il docente su potenziamento o il docente (con cattedra su stessa classe di concorso) che all’interno dell’istituto ha minor punteggio? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Anna,

il perdente posto sarà sicuramente il docente che sarà in coda nella graduatoria interna di istituto.

Per il prossimo anno la graduatoria interna negli IC sarà unificata  e comprenderà tutti i docenti della stessa classe di concorso attualmente titolari nei diversi plessi della secondaria I grado che appartengono allo stesso IC.

Ciascun docente, quindi, non sarà più titolare nel singolo plesso, ma nell’IC nella sua interezza.

Non ci sarà differenza, all’interno della graduatoria, tra docenti titolari su scuola o su ambito con incarico triennale nella scuola, così come non ci sarà differenza tra docenti in sevizio su cattedra nell’organico di diritto o su cattedra di potenziamento.

Se nessuno dei docenti risulta “ultimo arrivato” nella scuola, cioè nel corrente anno scolastico e come tale sarebbe inserito in coda nella graduatoria a prescindere dal punteggio, il docente che rischia di diventare soprannumerario è, quindi,  colui che ha punteggio inferiore anche se quest’anno è in servizio su una cattedra dell’organico di diritto

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads