Valutazione punteggio di servizio in anno di prova: è un anno in ruolo e come tale deve essere valutato

Michele – Sono un docente di sostegno nella scuola secondaria II grado;  sono stato immesso in ruolo nell’a.s. 2015/16 e ho ottenuto sede definitiva, nella stessa scuola nell’a.s. 2016/17 su domanda (anche se adesso sono in assegnazione provvisoria). Volevo sapere come viene valutato l’anno di prova (2015/16) ai fini dell’anzianità di servizio, nella mobilità e nella graduatoria interna d’istituto: pre ruolo (3 punti nella graduatoria interna) o ruolo (6 punti-graduatoria interna d’istituto). Ai fini della ricostruzione di carriera è confermato che è considerato pre ruolo l’anno di prova, visto che dovrei presentare anche la ricostruzione di carriera? Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissimo Michele,

l’anno di prova è un anno di servizio in ruolo a tutti gli effetti.

Dovrai, quindi valutarlo come anno di ruolo e non di pre-ruolo,  sia per la mobilità, per la graduatoria interna di istituto e per la ricostruzione di carriera.

Non potrai valutare l’anno di prova soltanto per la continuità didattica nella scuola,  che ora è diventata per te la sede di titolarità.

Anche se la scuola è rimasta invariata, infatti, nell’anno di prova era per te sede provvisoria e non definitiva, mentre la continuità si valuta per il servizio continuativo svolto nella scuola di titolarità e, quindi, nella sede definitiva.

Per quanto riguarda, invece, il punteggio di servizio, per l’anno di prova ti spettano 6 punti che dovrai raddoppiare, quindi 12 punti, essendo un anno di servizio svolto sul sostegno come docente titolare su questa tipologia di posto

ads