Punteggio di continuità: si perde solo se si ottiene il trasferimento richiesto

Letizia – Se non dovessi ottenere trasferimento perdo la continuità nella scuola di titolarità?

Giovanna Onnis – Gentilissima Letizia,

la risposta al tuo quesito è negativa.

Il punteggio di continuità, come prevede la tabella di valutazione allegata all’ipotesi di CCNI, si valuta per gli anni di servizio continuativi nella scuola di titolarità, per la stessa classe di concorso e tipologia di posto.

Per il trasferimento si valuta dopo aver maturato un triennio continuativo, mentre per la graduatoria interna si valuta dopo un solo anno.

Presentare domanda di trasferimento non determina la perdita del punteggio se non si ottiene il movimento richiesto. Il docente che non sarà soddisfatto nella domanda di mobilità, infatti, rimarrà nella stessa scuola di titolarità senza interrompere la continuità e conservando tutto il punteggio.

In caso di accoglimento della domanda, invece, il docente trasferito modificherà la sede di titolarità con conseguente interruzione della continuità didattica e perdita del relativo punteggio maturato sia per la graduatoria interna della nuova sede, sia per un’eventuale futura mobilità

ads