Esclusione dalla graduatoria interna di istituto. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, Una docente ha ottenuto la l. 104 per la zia. Mi sembra di capire che devo inserirla nella graduatoria interna d’istituto in quanto la zia non permette l’esclusione. Per quanto riguarda la presentazione della domanda per il commissario esterno la docente è obbligata o ha la facoltà di scegliere? un grazie per l’attenzione. Dalla segreteria dell’Istituto.

Paolo Pizzo – gentile scuola,

l’esclusione dalla graduatoria interna di istituto è per il dipendente che opera assistenza al coniuge, al figlio (precedenza per entrambi i genitori), al fratello/sorella (a determinate condizioni) e a chi esercita la tutela legale. È inoltre prevista, a determinate condizioni, per l’assistenza al genitore (precedenza per il figlio referente unico).

Pertanto non essendo prevista l’esclusione per assistenza ad altri familiari al di fuori di quelli menzionati, il dipendente in questione rimane incluso nella graduatoria.

L’unico che può essere escluso per assistenza a familiari diversi da quelli citati è il tutore legale.

Per quanto riguarda il secondo quesito la circolare MIUR è chiara:

I docenti designati commissari interni, che usufruiscono delle agevolazioni di cui all’art. 33 della legge n. 104 del 5 febbraio 1992, hanno facoltà di non accettare la designazione. Nell’ipotesi che venga esercitata tale facoltà da parte di docenti titolari di materie oggetto della prima o della seconda prova scritta, il dirigente scolastico designa docenti di uguale insegnamento tra docenti appartenenti allo stesso istituto. “

Per i commissari esterni:

“Hanno facoltà e non obbligo di presentare la scheda i docenti in situazione di handicap o che usufruiscono delle agevolazioni di cui all’art. 33 della legge n. 104, del 5 febbraio 1992 e successive modificazioni.”

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads