Trasferimento volontario e punteggio di continuità. Chiarimenti

Elena Vorrei fare domanda di trasferimento in altra scuola, nello specifico da un liceo scientifico ad un classico. Nella mia scuola attuale nella graduatoria interna sono in ottima posizione grazie ad una continuità nello stesso liceo di 20 anni! In caso di trasferimento nella scuola da me scelta: 1) dopo il primo anno nella nuova scuola recupererei nella graduatoria interna il mio punteggio attuale, determinato da 30 anni di anzianità di servizio, concorso a cattedra e poco altro, ad esclusione naturalmente della vecchia continuità di servizio?; 2) dal secondo anno in poi nella scuola di eventuale trasferimento potrei sentirmi “al sicuro” come ora nella mia scuola di titolarità o rischio qualcosa che non immagino? Confidando in una sollecita risposta, porgo cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Elena,

il primo anno di trasferimento sarai collocata in coda perché ultima arrivata a domanda volontaria. L’anno successivo sarai inserita nell’organico con tutti gli altri docenti già presenti nell’istituto da anni precedenti.

L’unico punteggio però che non avrai (rispetto ad oggi) sarà la continuità di servizio di 20 anni che sarà quindi completamente azzerata.

Questo perché nel momento in cui avviene il trasferimento a domanda si perde la continuità di servizio nella scuola avendo cambiato tu istituto. Potrai avere eventualmente quella riferita al comune (1 punti per ogni anno) se il tuo trasferimento avverrà in una scuola che è ubicata nello stesso comune di quella attuale.

Tale punteggio sarà però utile solo nella graduatoria interna e non se vorrai nuovamente richiedere trasferimento.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads