Graduatoria interna di istituto: quali docenti saranno collocati in coda?

Giulio –  Sono un docente di ruolo trasferito con domanda condizionata come soprannumerario nell’anno 2016/2017 nell’attuale scuola vorrei sapere se nella graduatoria d’istituto vado automaticamente in coda. Inoltre, se faccio domanda di rientro nella precedente scuola per non perdere la precedenza perdo la continuità nella scuola di servizio attuale?


Giovanna Onnis – Gentilissimo Giulio,

se il tuo è un trasferimento d’ufficio, anche se sei arrivato quest’anno nella scuola, non sarai collocato in coda nella graduatoria interna di istituto, ma a pettine in base al punteggio.

In base a quanto prevede l’ipotesi di CCNI, infatti, saranno collocati in coda a prescindere dal punteggio i docenti entrati a far parte dell’organico dell’autonomia della scuola con decorrenza dal precedente primo settembre per mobilità a domanda volontaria o per conferimento di incarico triennale

Un importante chiarimento viene fornito in una nota esplicativa dell’art.21 dove  si stabilisce chiaramente la differenza, per la collocazione nella graduatoria interna di istituto,  tra i docenti nell’ottennio che rientrano nella scuola di ex-titolarità e i docenti trasferiti nella scuola con domanda condizionata, avendo inserito la scuola tra le preferenze. La nota 2 chiarisce infatti quanto segue:

“Il personale docente trasferito a domanda condizionata che rientra nell’ottennio nella scuola di precedente titolarità, è da considerare come titolare nella scuola dagli anni scolastici precedenti. Si considera invece come trasferito a domanda volontaria il personale docente perdente posto che, nel corso dell’ottennio, pur avendo richiesto la scuola di precedente titolarità come prima preferenza è soddisfatto per altre preferenze.”

Quindi se il tuo è un trasferimento d’ufficio sarai collocato a pettine, se, invece, sei stato trasferito in una delle scuole richieste nella domanda condizionata, sarai posizionato nella graduatoria in coda insieme agli atri docenti arrivati quest’anno per mobilità volontaria o con incarico triennale.

La domanda condizionata ti consente di conservare il punteggio di continuità maturato nella scuola di precedente titolarità verso la quale dovrai chiedere il rientro per un ottennio.

Questo punteggio potrai farlo valere nella graduatoria interna della scuola di attuale titolarità quest’anno se sei trasferito d’ufficio o il prossimo anno se sarai collocato in coda come docente trasferito con domanda condizionata.

Nel corso dell’ottennio, quindi, continuerai a maturare il punteggio di continuità come se il servizio fosse svolto nella scuola di precedente titolarità.

Se, concluso l’ottennio, non sarai riuscito a rientrare nella scuola di ex-titolarità, potrai far valere il punteggio dell’ottennio nella scuola in cui risulterai trasferito con domanda condizionata, ma perderai tutto il punteggio maturato precedentemente nella scuola dove non sei riuscito a rientrare

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads