Punteggio di continuità dopo il trasferimento e punteggio per l’esistenza dei figli

Giusi – In seguito a mobilità volontaria nel 2015/16 mi ritrovo titolare su ambito. Mi è stato chiesto di compilare i moduli per la formazione della graduatoria interna d’istituto.  Nello stesso plesso lavora una collega che fino allo scorso anno lavorava nello stesso istituto ma in plesso diverso come insegnante di sostegno mentre ora è su posto comune sempre nella scuola dell’infanzia.  Domanda :  Lei conserva lo stesso punteggio dello scorso anno?  Considerando il passaggio da sostegno a posto comune? … alla collega non è stato richiesto di compilare i moduli per la formazione della graduatoria interna d’istituto. …Il punteggio di continuità?   Lei è mamma di un bimbo di tre anni ed è residente nello stesso  comune dell’istituto,  io sono residente in un comune diverso. In attesa di cortese riscontro.  Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissima Giusi,

Il trasferimento da posto comune a posto di sostegno (o viceversa) anche se ottenuto nella stessa scuola fa venire meno la continuità di servizio sia nella scuola che nel comune, a meno che, ovviamente, non si tratti di personale perdente posto.

Pertanto, la collega ha ottenuto un normale trasferimento volontario come il tuo  e sarà graduata in coda insieme a te con il solo punteggio di servizio ed eventuali titoli escluso il punteggio di continuità.

Per quanto riguarda i figli, il punteggio si assegna per l’”esistenza” di questi  indipendentemente dalla residenza e da dove sia ubicata la scuola di titolarità.