Assistenza al figlio: il diritto è di entrambi i genitori

Scuola – Buongiorno, sono Santina assistente amministrativo presso un istituto comprensivo, volevo porvi un quesito: nel nostro Istituto prestano servizio due coniugi, uno di loro usufruisce dell’art. 3 comma 3 della l. 104, il quesito che le pongo è questo ,possono tutte e due essere esclusi dalla graduatoria interna di istituto, o ne ha diritto solo l’interessato? In attesa di una vostra risposta si inviano cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

la risposta è positiva.

Ciò che esercitano i genitori nei confronti del proprio figlio è un diritto soggettivo, indipendentemente da come sono fruiti i relativi permessi o congedi durante l’anno.
Tale diritto si esercita infatti in qualità di “genitore”, pertanto i benefici indicati dall’art. 13/1 e 13/2 sono in capo ad entrambi.

Tale principio è sancito dalla stessa legge 104/92 nella quale specifica che i permessi e il congedo (ovviamente secondo determinati criteri) spettano ad entrambi i genitori.

Si ricorda che per essere esclusi dalla graduatoria il comune della scuola deve coincidere con quello di assistenza, altrimenti il personale deve produrre domanda di trasferimento richiedendo le scuole/ambiti del comune di assistenza.