Docenti neo-immessi nel corrente anno scolastico: non sono obbligati a presentare domanda di trasferimento

A.M. – Sono una docente neoassunta in anno di prova da concorso 2016. Ho provato a leggere le diverse FAQ di orizzonte scuola ma non capisco se sono obbligata o meno a fare domanda di mobilità. Io sono stata chiamata  con i miei colleghi vincitori del concorso a scegliere l’ambito in ordine di graduatoria e poi ho presentato CV e sono stata assunta con chiamata diretta del Preside nella scuola dove sto facendo anno di prova. Ho firmato un contratto triennale. Rimarrei molto volentieri dove sono. La domanda è: sono obbligata a fare domanda di mobilità? Se si, posso indicare come prima preferenza la mia scuola attuale? Grazie delle delucidazioni. Un cordiale saluto

Giovanna Onnis – Gentilissima A.M.,

i docenti immessi in ruolo nel corrente anno scolastico hanno avuto l’assegnazione dell’ambito di titolarità e, quindi, diversamente dagli anni scorsi, sono su sede definitiva e non provvisoria.

Questo determina l’assenza di obblighi per la presentazione della domanda di trasferimento, domanda che i  docenti immessi in ruolo negli scorsi anni scolastici dovevano presentare per chiedere l’assegnazione della sede definitiva.

Situazione che non ti coinvolge in quanto hai l’ambito di titolarità e la scuola dove hai avuto il conferimento dell’incarico triennale. Puoi, quindi, rimanere in questa scuola senza dover presentare domanda di trasferimento.

Ti informo che, in base a quanto prevede l’art. 3 comma 2 dell’ipotesi di CCNI sulla mobilità 2017/18, non potresti neanche inserire, tra le preferenze nella domanda di trasferimento,  la scuola dove sei in servizio con incarico triennale, che in base all’articolo citato, viene considerato indisponibile per il movimento richiesto

 

ads