Mobilità 2017/18: sarà in un’unica fase per ciascun grado di istruzione

Paola – Sono stata assunta in fase 0, nella scuola primaria sostegno.  Ci saranno differenze ora che chiederò il trasferimento tra le varie fasi, avrò la precedenza su chi è stato assunto nelle fasi successive o conterà solo il punteggio?

Giovanna Onnis – Gentilissima Paola,

le fasi utilizzate per la mobilità 2016/17 il prossimo anno non esisteranno più.

La mobilità 2017/18, infatti, si realizzerà in un’unica fase per ciascun grado di istruzione, senza distinzione dei docenti in base alla fase in cui sono stati immessi in ruolo.

I movimenti, quindi, a parità di precedenze e nel rispetto dell’ordine stabilito nella sequenza operativa (Allegato 1 dell’ipotesi di CCNI 2017/18), saranno disposti in base al punteggio.