Trasferimento da sostegno a materia: valutazione della domanda e ordine delle operazioni

Concetta  – Spettabile redazione, sono un insegnante di sostegno della scuola secondaria di I grado che ha superato il vincolo quinquennale. Quest’anno vorrei chiedere il passaggio dal sostegno alla mia disciplina (educazione fisica) nella scuola secondaria di I grado. Vorrei sapere se  si tratta di mobilità professionale o trasferimento
Ho precedenza rispetto ad un collega di educazione fisica  che chiede la mia stessa sede ma con minore punteggio? Grazie


Giovanna Onnis – Gentilissima Concetta,

avendo superato il vincolo di permanenza quinquennale sul sostegno potrai chiedere, per il prossimo anno scolastico, di passare alla tua materia mediante domanda di trasferimento poiché la richiesta riguarderà lo stesso grado di istruzione in cui sei titolare. La domanda di mobilità professionale, precisamente di passaggio di ruolo,  riguarda, infatti, un ordine o grado di istruzione diverso.

Nella sequenza operativa indicata nell’allegato 1 dell’ipotesi di CCNI sulla mobilità 2017/18, dove viene indicato l’ordine con il quale vengono disposti i movimenti, si stabilisce la priorità per i docenti che chiedono trasferimento provinciale per la stessa tipologia di posto, rispetto a coloro che chiedono di trasferirsi da sostegno a posto comune e viceversa.

La collega di educazione fisica  che chiede trasferimento provinciale sempre su materia, rientra nella fase 13 della sequenza operativa:

13) trasferimento a domanda nella provincia di titolarità per la stessa tipologia di posto o classe di concorso

mentre tu che chiedi trasferimento da sostegno a materia rientri nella fase 14:

14) trasferimento a domanda nella provincia di titolarità da sostegno a posto comune e da posto comune a posto di sostegno dei docenti senza precedenza

La tua domanda, quindi, sarà valutata successivamente rispetto a quella della collega, anche se il suo punteggio è inferiore al tuo, ma ha precedenza nell’ordine delle operazioni