Graduatoria interna di istituto: devono essere inseriti anche i docenti con incarico triennale

Roberta – Sono una docente di un IIS, in ruolo dal 2015/2016 e titolare su ambito dal 2016. Per motivi personali sto svolgendo quest’anno l’anno di prova. Presso la scuola in cui lavoro, la segreteria mi ha comunicato che sono obbligata a fare la domanda di mobilità, e, in quanto in anno di prova, non mi ha fatto compilare il modello per la graduatoria interna d’istituto, predisposta per individuare i docenti soprannumerari. Vorrei chiedervi se è vero che sono appunto costretta a fare domanda di mobilità e per quale ragione. Vorrei chiedervi inoltre se è corretto che, in quanto in anno di prova, io non debba “figurare” all’interno della graduatoria d’istituto. Vi ringrazio per l’attenzione

Giovanna Onnis – Gentilissima Roberta,

la segreteria della tua scuola sta commettendo, nei tuoi confronti, due errori.

Come docente immessa in ruolo lo scorso anno hai ottenuto per il corrente anno scolastico la sede di titolarità che, come dici, risulta su ambito territoriale, conseguentemente presumo che la scuola di servizio appartenga all’ambito di titolarità e sia  quella in cui hai ricevuto incarico triennale.

Il docente con incarico triennale non è tenuto a presentare obbligatoriamente domanda di trasferimento anche se sta svolgendo l’anno di prova e se non presenta domanda il prossimo anno rimarrà nella stessa scuola in cui ha ricevuto l’incarico.

Quindi, contrariamente a quanto sostiene la segreteria, non sei obbligata a fare domanda di mobilità se vuoi rimanere nella scuola dove sei in servizio con incarico triennale

Come docente con incarico triennale devi essere inserita nella graduatoria interna di istituto alla pari dei docenti titolari nella scuola e, quest’anno, come “ultima arrivata”, sarai collocata in coda a prescindere dal punteggio, eventualmente insieme ad altri docenti “ultimi arrivati” come te,  per incarico triennale o per movimento volontario.

Non è, quindi, corretto non farti compilare la scheda per l’inserimento in graduatoria e non è corretta la tua esclusione dalla graduatoria dove, invece devi “figurare” anche se, ripeto, per quest’anno in coda.

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads