Punteggio di continuità: valutazione differente per mobilità e graduatoria interna di istituto

Maria Rosaria – Sono entrata in ruolo nell’anno scolastico 2013/2014 e da allora insegno sempre nella stessa scuola. Mi chiedo se nella domanda di mobilità posso barrare la voce relativa alla continuità nella stessa scuola. So che quest’anno non si conta ma l’anno di prova mi vale? visto che il primo anno era la sede provvisoria?  Grazie

Giovanna Onnis – Gentilissima Maria Rosaria,

il punteggio di continuità si valuta per gli anni di servizio continuativi svolti nella scuola di titolarità per la stessa classe di concorso e tipologia di posto.

Il punteggio, 2 punti ogni anno entro il quinquennio e 3 punti per ogni anno successivo al quinto, si valuta in modo differente per graduatoria interna di istituto e per mobilità volontaria.

Per la graduatoria puoi valutare la continuità dopo aver maturato un solo anno di servizio nella scuola di titolarità, mentre per la mobilità si può valutare dopo aver maturato un triennio continuativo.

Nel tuo caso, l’anno scolastico di immissione in ruolo non puoi valutarlo perché è su sede provvisoria e puoi, quindi, iniziare a conteggiare gli anni di servizio nella scuola di titolarità a decorrere dal 2014/15.

Hai maturato, quindi, 2 anni di continuità (2014/15 e 2015/16) perché l’anno in corso non si valuta.

Il punteggio spettante è quindi di 4 punti per la graduatoria interna di istituto e 0 punti per la mobilità in quanto non hai ancora maturato il triennio. Potrai valutare la continuità per la mobilità il prossimo anno con 6 punti per il triennio maturato