Graduatoria interna e valutazione della seconda laurea

Scuola – Una docente di scuola secondaria di I grado è in possesso della Laurea in Lettere per l’insegnamento nella propria classe di concorso. Ha conseguito successivamente la Laurea magistrale in “ Storia e scienze della comunicazione”. Si chiede se, ai fini della redazione della graduatoria interna, ha diritto al punteggio aggiuntivo di 5 punti  oppure se non ne ha diritto, in quanto è una Laurea dello stesso ambito del titolo di studio principale come rilevato da un’organizzazione sindacale.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

il titolo va valutato.

Ai sensi della lettera E della tabella titoli che riguarda il Numero di diplomi di laurea conseguiti oltre al titolo di studio attualmente necessario per l’accesso al ruolo si valuta 5 pp. il titolo aggiuntivo a quello necessario per l’accesso al ruolo d’appartenenza o per il conseguimento del passaggio richiesto e in particolare si valutano:

  • il diploma di laurea con corso di durata almeno quadriennale (ivi compreso il diploma di laurea in scienze motorie);
  • il diploma di laurea magistrale (“specialistica”);
  • il diploma accademico di secondo livello (ivi compreso il diploma rilasciato da accademia di belle arti o conservatorio di musica, vecchio ordinamento, conseguito entro il 31.12.2017).

Pertanto, se la “seconda” laurea è magistrale va valutata 5 pp. Non capisco la considerazione dell’organizzazione sindacale che non è assolutamente conforme alla tabella in quanto stiamo trattando di un’altra laurea per di più magistrale che quindi è un corso a parte rispetto al precedente.

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads