Mobilità territoriale e mobilità professionale: quale movimento prevale?

R.B. – Gentilissimi, nel Contratto nazionale sulla mobilità per l’a.s. 2017/18, all’art. 6 comma 3 è scritto che “la mobilità professionale prevale su quella territoriale nei soli passaggi di ruolo”. Cosa vuol dire questo? Grazie.

Giovanna Onnis – Gentilissimo R.B.,

quanto da te citato, in relazione all’art.6 del CCNI sulla mobilità 2017/18, vuole significare che nel casi di presentazione contemporanea di domanda di trasferimento e passaggio di ruolo il docente non può stabilire a quale domanda dare precedenza.

In base alle disposizioni del contratto, infatti, nel caso di presentazione di domanda di trasferimento, di passaggio di cattedra e di passaggio di ruolo, il conseguimento del passaggio di ruolo rende inefficace la domanda di trasferimento o di passaggio di cattedra o annulla il trasferimento o passaggio di cattedra eventualmente già disposti.

Quindi il passaggio di ruolo prevale sul trasferimento e anche sul passaggio di cattedra

Per il passaggio di cattedra, che rientra sempre nella mobilità professionale, il docente che presenta contemporaneamente anche domanda di trasferimento,  ha invece la possibilità di indicare a quale dei due movimenti intende dare precedenza. Nel modulo – domanda per il passaggio di cattedra c’è infatti una casella specifica dove è possibile effettuare la scelta e solo in caso di assenza di tale indicazione prevale il passaggio di cattedra.

ads ads