Punteggio continuità nel comune: si valuta solo nella graduatoria interna di istituto

M.M. – Un’ insegnante di  scuola primaria in anno di prova nel 2004/2005 nel comune X, ottiene sede definitiva nello stesso comune, ma in scuola diversa, il punteggio per la continuità  nello stesso comune si può assegnare per  l’anno di prova?

Giovanna Onnis – Gentilissima M.M.,

il punteggio di continuità nel comune, come prevede la tabella di valutazione allegata al CCNI sulla mobilità 2017/18, si può valutare solo nella graduatoria interna di istituto e, quindi, per la mobilità d’ufficio, ma non per la mobilità volontaria.

Come chiarisce la nota esplicativa 5bis) ai fini della formazione della graduatoria per l’individuazione del soprannumerario ed ai fini del trasferimento d’ufficio, viene valutata anche la continuità di servizio nella comune di attuale titolarità, nella misura di 1 punto per ogni anno.

Il punteggio per la continuità nel comune di titolarità non è cumulabile per lo stesso anno scolastico con quello relativo alla continuità nella scuola di titolarità.

Nel tuo caso, però, non potrai valutare tale punteggio in relazione all’anno scolastico 2004/05, per te anno di prova, quindi anno di immissione in ruolo su sede provvisoria, mentre la continuità si valuta per la sede definitiva di titolarità che ti è stata assegnata l’anno successivo

ads