Esclusione dalla graduatoria interna. Chiarimenti per il Dirigente

 Dirigente scolastico – una docente assegnata al nostro ambito (21) con incarico triennale, risulta ultima nella ns. G. I. sia per punteggio e sia  perché ultima arrivata. Essendo beneficiaria di L.104/92 per suo figlio (art. 3 comma 3) ed è residente in un comune di ambito diverso dal ns. istituto , ma sempre della stessa provincia, viene esclusa dalla graduatoria o deve produrre la domanda per soprannumeraria? Se deve produrre tale istanza (domanda per soprannumeraria, saprebbe indicarmi le date?

Paolo Pizzo – Gentile Dirigente,

l’esclusione dalla graduatoria interna per i beneficiari della precedenza di cui al punto IV si applica solo se si è titolari o incaricati in una scuola ubicata nella stessa provincia del domicilio dell’assistito.

qualora la scuola di titolarità o di incarico sia in comune diverso o ambito diverso da quello dell’assistito, l’esclusione dalla graduatoria interna per l’individuazione del perdente posto si applica solo a condizione che sia stata presentata, per l’anno scolastico 2017/18, domanda volontaria di trasferimento alle stesse condizioni di cui al punto IV.

Pertanto, se la scuola, come si evince dal quesito, è in un ambito diverso rispetto il comune di assistenza, la docente potrà essere esclusa dalla graduatoria solo se entro il 6 maggio ha prodotta domanda di trasferimento chiedendo scuole o ambito del comune di assistenza.

Se così non è, nel momento in cui viene dichiarata soprannumeraria dovrà produrre domanda cartacea entro 5 giorni dalla notifica.

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads