Continuità del servizio per il docente che proviene dalla ex DOP

Scuola – Buongiorno Ho pareri discordanti, sentite colleghe e sindacati,  su questo argomento: docente dal 1993/94  al 2010/2011 in servizio presso scuola 1 comune A (unico istituto in quel comune con la sua classe concorso) dal 2011/2012 al 2015/2016 perdente posto – titolare su provincia e utilizzato in scuola 2 comune B (tutti gli anni fatto domanda di rientro nella scuola 1 dove è stato perdente posto) dal 01/09/2016 trasferito a scuola 2 comune B (nella domanda aveva chiesto come prima preferenza scuola 1) nella graduatoria soprannumerari della mia scuola – 2 – gli attribuisco il punteggio di continuità acquisito nella scuola 1 (23 anni) e lo metto in coda perché trasferito da settembre 2016. È corretto? Grazie mille.Paolo Pizzo – Gentile scuola,

Ai sensi della del punto II dell’art 13/1 del CCNI la continuità del servizio nella scuola o istituto di precedente titolarità viene altresì riconosciuta, nell’ottennio, al docente trasferito d’ufficio o a domanda condizionata dalla predetta scuola o istituto ai posti della dotazione provinciale, qualora l’interessato richieda, in ciascun anno dell’ottennio successivo, il trasferimento nella scuola di precedente titolarità ovvero nel comune.

Ciò quindi ha garantito al docente la continuità del servizio ch deve quindi essergli riconosciuta.

Dal momento però che nella scuola è arrivato non d’ufficio ma a domanda volontaria (basta per questo vedere i bollettini dei movimenti dello scorso anno), il docente è in coda alla graduatoria.

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads