Graduatoria interna di istituto e punteggio di ricongiungimento : in quali casi spetta la valutazione?

Lidia – Sono una docente assegnata ad una scuola dello stesso ambito di quello in cui risiedo. Preciso che la città in cui insegno non confina con quella in cui risiedo essendo divise da un paesino che si trova nel mezzo della distanza. Sono divorziata. Ho una bimba di cinque anni che vive con me ed una mamma di oltre 80 anni che risiede da sempre nella città in cui vivo. La segreteria mi ha attribuito solo 4 punti per la graduatoria interna. Vi chiedo la valutazione è corretta? Grazie per la vostra attenta consulenza.

Giovanna Onnis – Gentilissima Lidia,

se la scuola di titolarità o di incarico triennale non è ubicata nel comune di residenza di tua figlia oppure di tua madre non ti spetta il punteggio di ricongiungimento nella graduatoria interna di istituto.

Il diritto alla valutazione dei 6 punti può spettare anche se non c’è coincidenza tra i due comuni, quello di titolarità o incarico e quello di ricongiungimento, nel caso in cui in quest’ultimo non ci sono scuole utili per l’insegnamento della tua disciplina e la scuola è ubicata nel comune viciniore.

Quindi, se non rientri in uno dei due casi indicati, la valutazione che ti è stata attribuita è corretta in quanto per le esigenze di famiglia non ti spetta il punteggio di ricongiungimento, ma solo i 4 punti per la figlia di età inferiore ai 6 anni

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads