Ultimi in graduatoria perché ultimi arrivati a domanda. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Gent. ma redazione di OrizzonteScuola, sono un dsga di un istituto comprensivo. Per redazione delle graduatorie di istituto per l’individuazione dei perdenti posto stiamo valutando la seguente situazione: Docente A:  titolare (a seguito di domanda di trasferimento) dal 1/9/2016 presso la nostra scuola secondaria di primo grado con punteggio inferiore rispetto al docente B Docenti B: titolare (a seguito di passaggio di ruolo dalla scuola primaria) dal 1/9/2016 presso la nostra scuola secondaria di primo grado con punteggio superiore rispetto al docente A Secondo la nostra interpretazione i docenti andrebbero entrambi in coda e graduati secondo il loro punteggio. Tale ipotesi è corretta oppure  la docente B deve essere collocata in coda in quanto in anno di prova per il passaggio di ruolo? Grazie per la cortese risposta.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

il riferimento ai perdenti posto il CCNI è molto chiaro e stabilisce:

Per le situazioni di soprannumero relative all’organico dell’autonomia determinato per l’anno scolastico in cui sono disposti i trasferimenti, nel caso di concorrenza tra più insegnanti gli insegnanti medesimi sono da considerare in soprannumero, ai fini del trasferimento d’ufficio, nel seguente ordine:

  1. docenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato entrati a far parte dell’organico dell’autonomia  o delle singole sedi di organico dei centri territoriali riorganizzati nei centri provinciali per l’istruzione degli adulti ai sensi di quanto disposto dal D.P.R. 29 ottobre 2012 n. 263 con decorrenza dal precedente primo settembre per mobilità a domanda volontaria o per conferimento di incarico triennale;
  2. docenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato entrati a far parte dell’organico dell’autonomia o delle singole sedi di organico dei centri territoriali riorganizzati nei centri provinciali per l’istruzione degli adulti ai sensi di quanto disposto dal D.P.R. 29 ottobre 2012 n. 263 dagli anni scolastici precedenti quello di cui al punto sopra, ovvero dal precedente primo settembre per mobilità d’ufficio o a domanda condizionata, ancorché soddisfatti in una delle preferenze espresse.

I docenti beneficiari delle precedenze di cui ai punti I), III), IV) e VII) dell’art. 13 sono esclusi da tale graduatoria come previsto dal comma 2 del suddetto articolo

Nell’ambito di ciascuna graduatoria a parità di punteggio prevale la maggiore età anagrafica.

Il primo punto quindi non fa alcuna distinzione di movimento, per cui entrambi i docenti sono ultimi arrivati a nulla rilevando se giunti con trasferimento volontario o passaggio.

 

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads