Valutazione servizio ATA, esclusione graduatoria docente (refuso nel CCNI). Chiarimento per la scuola

Scuola – Buongiorno. Nella compilazione della graduatoria interna abbiano avuto forti dubbi in due situazioni: 1)      Personale A.T.A. : nella tabella valutazione Anzianità di servizio , al punto C) è scomparsa la parola “servizio di ruolo” quindi i  servizi non di ruolo prestati a qualsiasi titolo in pubbliche amministrazioni o negli Enti locali, per ogni anno o frazione superiore a 6 mesi, vengono conteggiati? 2)      ESCLUSIONE DALLA GRADUATORIA DI ISTITUTO ART. 13 – COMMA DUE Un dipendete titolare scuola A di Camerino (ambito 8)  avendo l’assistito residente in comune C sempre appartenente all’ambito 8 , può essere escluso dalla graduatoria pur non avendo presentato  domanda di trasferimento per il comune C ( o comune viciniore) ? abbiano riscontrato poca chiarezza nel comma 2 dell’art. 13. Si ringrazia.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

Il servizio prestato a qualsiasi titolo (ovvero a prescindere se con rapporto di lavoro a tempo determinato o indeterminato e a prescindere se in modo continuativo o frazionato) in Pubbliche Amministrazioni va sommato tutto e rapportato a 360 giorni l’anno. L’eventuali frazione superiore a 6 mesi dà diritto ad 1 punto ulteriore.

Per il secondo quesito, l’art in questione contiene un refuso che è stato chiarito dal MIUR, su segnalazione dei sindacati, nella nota di accompagnamento all’O.M. sulla mobilità:

  1. All’art 13 comma 2 lettera b) per mero errore materiale è riportata menzione del ‘distretto sub comunale’ non più esprimibile, pertanto la parola distretto è da ritenersi sostituita dalla parola ambito.
  2. Nel medesimo articolo e comma, il terzo capolettera è da intendersi sotto la lettera c) e non b)

Pertanto, il docente è escluso.

ads