Supplenza ATA su posto vacante e disponibile: come proporre conciliazione per riconoscimento giuridico di servizio

Ruggiero – Alla C.A. del Sig. Giovanni Calandrino e della Sig.ra Lalla  Io sono un assistente tecnico  AR 20 inserito nelle graduatorie di terza fascia con un contratto al 30/06/2017, su di un posto vacante.
Alcuni colleghi mi hanno parlato di riconoscimento giuridico del punteggio anche in caso di mancata proroga del contratto.
Potreste darmi delle ulteriori indicazioni in merito a questo “Riconoscimento giuridico del punteggio ” ?

In attesa di un riscontro e di una vostra riposta porgo i miei più cordiali saluti .

di Giovanni Calandrino – Gentile Ruggiero, innanzitutto si chiarisce che la possibilità di mantenere in servizio il supplente è subordinata alla richiesta di autorizzazione all’ufficio scolastico provinciale. Sulla questione “Proroghe” le indicazioni delle note ministeriali affermano che è possibile “effettuare proroghe di contratto solo nei casi di EFFETTIVE NECESSITÀ”.
Tuttavia rimane l’eventualità di attivare un tentativo di conciliazione, se è stato assunto su un posto vacante e disponibile.
Il tentativo di conciliazione è una procedura attivabile, tramite un’apposita istanza, consegnata a mano o spedita a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, nei casi di contestazione di atti prodotti dal:
– Direttore Generale Regionale
– Dirigente Responsabile del Centro Servizi Amministrativi
– Dirigente Scolastico
Pertanto, l’istanza, a seconda della competenza va inoltrata all’ufficio responsabile.
Le consiglio di rivolgersi ad un sindacato del comparto scuola, in modo da essere consigliato su tutta la durata dell’iter di conciliazione.

ads