Graduatorie di istituto infanzia e primaria, come valutare servizio specifico e non specifico

Si chiede gentilmente se relativamente alla II fascia

  • si può scegliere di  dirottare nella graduatoria  della scuola Primaria, il servizio prestato nell’ infanzia   e in tal caso, se vale come punteggio intero o  metà.
  • Il servizio  prestato nella scuola  Primaria può essere inserito anche nella graduatoria della scuola dell’ infanzia  come non specifico.Grazie

risposta – gent..ma,

il principio generale per la valutazione del servizio in II fascia è che

il periodo massimo valutabile è di 6 mesi e il punteggio massimo è di 12 punti: 2 punti per ogni mese o frazione di almeno 16 giorni (vedi qui per il calcolo rapido del punteggio)

Il servizio specifico e non specifico, complessivamente prestato in ciascun anno scolastico, si valuta una sola volta, per un massimo di 6 mesi.

Pertanto se il docente dall’a.s. 2003/04 (anno in cui è entrata in vigore tale norma con la legge 143/2004) ha svolto servizio nella scuola primaria ma vuole farlo valutare nella scuola di infanzia, potrà farlo per un max di 6 mesi, e quindi un totale di 6 punti. Naturalmente in questo caso nella scuola primaria avrà 0 punti per l’anno scolastico di riferimento.

In ogni caso lo stesso servizio non può essere valutato due volte. O lo si valuta come specifico nell’ordine di scuola in cui è stato svolto (e quindi 12 punti per max 6 mesi) oppure come non specifico (max 6 mesi, quindi 6 punti).

Lo speciale di OrizzonteScuola sulle graduatorie di istituto 2017/20

Posted on by nella categoria Graduatorie di Istituto (docenti precari)
Versione stampabile
ads ads