Mobilità territoriale: nella sequenza operativa sono prioritari i trasferimenti provinciale rispetto a quelli interprovinciali

Anna – Non ho precedenze per ricongiungimenti famigliari e non ho ottenuto la mobilità infanzia su altra regione. Pur avendo io un punteggio  maggiore, l’ algoritmo ha individuato chi aveva richiesto la stessa scuola su trasferimento provinciale. Mi chiedo sarà  mai possibile un rientro nella mia regione? Come mai questa preferenza?

Giovanna Onnis – Gentilissima Anna,

l’ordine con il quale vengono disposti i trasferimenti segue una precisa sequenza operativa che è quella indicata nell’allegato 1 del CCNI 2017/18.

I trasferimenti provinciali precedono quelli interprovinciali a prescindere dal punteggio dei docenti interessati, nel senso che saranno trasferiti prima i docenti che chiedono il movimento nella provincia di titolarità anche se il loro punteggio è inferiore rispetto a coloro che chiedono la stessa sede, ma con trasferimento interprovinciale

Nella sequenza operativa citata i trasferimenti provinciali  riguardano le operazioni dalla n.1 alla n.15, mentre i trasferimenti interprovinciali vengono disposti a partire dall’operazione n.24 fino alla n.32.

I trasferimenti interprovinciali, inoltre, possono essere disposti nel limite del 30% delle disponibilità al termine dei movimenti territoriali nella stessa provincia, quindi al termine dell’operazione n. 15

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads