Assegnazione provvisoria: il docente con figlio di età inferiore a sei anni ha diritto a una delle precedenze previste nell’art.8 del CCNI

Margherita – Sono una docente scuola secondaria di I grado A022, ho una bambina di 11 mesi, vorrei fare domanda di assegnazione provvisoria nella scuola del comune di residenza, essendoci un posto libero, naturalmente ci sarà qualche insegnante che farà domanda con punteggio superiore al mio, a questo punto vorrei capire a chi toccherà il posto? Io ho precedenza avendo una bimba piccola? Grazie aspetto sue notizie.

Giovanna Onnis  – Gentilissima Margherita,

il figlio di età inferiore ai sei anni rappresenta una precedenza, come indicata nell’art.8 comma 1 parte IV) lettera l) del CCNI 2017/18:

l) ai sensi dell’art. 42 bis del D.lgs 151/01lavoratrici madri e lavoratori padri anche adottivi o affidatari con prole di età inferiore a sei anni. Ai sensi del D.lgs 80/15 sono presi in considerazione i figli che compiono i sei anni tra il 1° gennaio e il 31 dicembre dell’anno in cui si effettua il movimento. In caso di adozioni e di affidi, i sei anni si intendono dall’ingresso del minore in famiglia.

Se quindi ci saranno altri docente che chiedono la scuola che ti interessa, ma tali docenti non usufruiscono di precedenze, la scuola spetterà a te anche se il tuo punteggio risultasse inferiore.

Ti ricordo, infatti, che i movimenti saranno disposti tenendo conto prioritariamente delle precedenze che saranno valutate nell’ordine con il quale sono inserite nell’art.8, a parità di precedenze prevale il punteggio e a parità di punteggio prevale la maggiore età anagrafica

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads